Gestalt

gestalt-psychologyLa psicologia della forma o psicologia della gestalt è una corrente di grandissimo rilievo nelle psicologia del Novecento che nacque e si sviluppò in Germania, tra il 1910 e il 1930.
Il termine gestalt rimanda al termine tedesco gestalten che significa organizzare, plasmare, dare una articolazione.
Gli studiosi di questa corrente promuovevano una idea:
“Il tutto è diviso dalle singole parti”
La percezione di tutto ciò che ci circonda ci appare, quindi, come un sistema molto complesso di eventi che non dipende solo dalla impressione retinica, ma da una serie di altri meccanismi, spesso inconsci, che ci permettono di interpretare l’ immagine. Come già sosteneva J.W. Goethe:
“Percepire e pensare sono attività coincidenti e
soggettive.”

Figure impossibili

Sfruttando questi principi, illustri studiosi ed artisti, hanno creato delle figure impossibili, dove l’identità dell’oggetto oscilla tra la struttura logica e il significato illogico, creando ambiguità ed una nuova estetica basata sull’errore percettivo. L’illusione percettiva è molto importante nell’ambito della progettazione grafica, perché permette di sfruttare a pieno le potenzialità di ogni supporto, anche se è bidimensionale e in bianco e nero.

Leggi della gestalt

  •  buona forma (la struttura percepita è sempre la più
    semplice); La forma percepita è quella di una testa, ma è una interpretazione dovuta dall’esperienza, una forma complessa viene stilizzata in qualcosa di conosciuto e logico.
  • somiglianza (tendenza a raggruppare gli elementi simili);
    Gli elementi simili per forma, dimensione e colore vengono collegati tra loro. Utilizzare elementi, colori o simboli che visivamente collegano un’informazione ad un’altra aiuta a rendere accessibile e facilmente navigabile anche un sito con grandi quantità di contenuti.
  • prossimità (gli elementi sono raggruppati in funzione delle distanze); La vicinanza nello spazio di due o più elementi induce con buona probabilità a considerarli come un’unica figura. Questo perchè s’innesca un processo percettivo che permette il raggruppamento dei suddetti elementi, tale per cui essi vengono considerati come un gruppo a sè stante.
  • buona continuità (tutti gli elementi sono percepiti come appartenenti ad un insieme
    coerente e continuo); Una forma chiaramente discontinua o incompleta, la mente la rende leggibile basandosi sull’esperienza.
  • destino comune (se gli elementi sono in movimento, vengono raggruppati quelli con
    uno spostamento coerente); Gli elementi che hanno un movimento solidale tra di loro, e differente da quello degli altri elementi, vengono uniti in forme. Tendono a unificarsi le linee con la stessa direzione od orientamento o movimento, secondo l’andamento più coerente, a difesa delle forme più semplici e più equilibrate.
  • figura/sfondo (tutte le parti di una zona si possono interpretare
    sia come oggetto sia come sfondo); Il cervello umano tende a interpretare le immagini ambigue o complesse come semplici e complete. Lo sfondo e il primo piano possono essere scambiati e, in tutti e due i casi, entrambi assumono un significato preciso.
  • movimento indotto (uno schema di riferimento formato da alcune strutture che consente la percezione degli oggetti); Il punto nello spazio posto al centro da la sensazione di essere statico, mentre quello a destra di essere dinamico come se stesse uscendo dallo spazio.
    Questo è solo una percezione perchè il movimento dato è indotto.
  • contrasto, le figure in forte contrasto con lo sfondo sono più facili da definire e riconoscere.
  • continuità di direzione è una serie di elementi posti uno di seguito all’altro, vengono uniti in forme in base alla loro continuità di direzione.
    Nella figura percepiamo come unità AB e XY e non AY e XB o ancora AX e YB.
  • chiusura, le linee che formano delle figure chiuse tendono ad essere viste come unità formali. La nostra mente è predisposta a fornire le informazioni mancanti per chiudere una figura, pertanto i margini chiusi o che tendono ad unirsi si impongono come unità figurale su quelli aperti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...